Lentinus edodes (Shiitake)

Lentinus edodes (Shiitake)

Lentinus edodes (Shiitake)

 

Il Lentinus edodes cresce spontaneo su ceppi di querce e castagni in Giappone, Cina e Corea ed è comunemente noto con il nome giapponese Shiitake. Dopo il prataiolo è il fungo edule maggiormente coltivato nel mondo ed è apprezzato per il suo intenso sapore. In Oriente è notevolmente stimato da diversi secoli sia come alimento che come rimedio naturale.

- Alla fine degli anni sessanta sono stati effettuati i primi studi scientifici e alcuni ricercatori universitari giapponesi in collaborazione con L’Istituto nazionale per la Ricerca sul Cancro di Tokyo ottennero estratti di betaglucani e glicoproteine dal fungo (Lentinano) e successivamente dal micelio (Lem). Con il primo estratto venne prodotto il farmaco Lentinan che dopo i test clinici fu approvato nel 1976 dal Ministero della salute Giapponese. Il Lentinan è uno dei farmaci antitumorali più prescritti al mondo e le sue proprietà stimolano il sistema immunitario per l’attivazione delle citochinine, dei macrofagi, dei linfociti T, B e NK. Gli esperimenti su cavie nelle quali è stato impiantato il cancro hanno dimostrato che l’estratto del fungo inibisce tra il 72 e il 92% la crescita tumorale. Altri studi riportano che il Lentinan è in grado di far regredire diverse forme neoplastiche come il sarcoma 180, il tumore al fegato e quello di Erlich. Tuttavia è stato verificato attraverso test in vitro che l’estratto sembrerebbe non avere attività citotossica diretta nei confronti delle cellule tumorali, bensì agisce soltanto come stimolatore del sistema immunitario se iniettato nei pazienti. Uno studio ha dimostrato la capacità dell’estratto di Shiitake di prevenire l’oncogenesi e inibire la formazione di metastasi. Un altro studio dimostra l’efficacia dell’estratto nella protezione dei cromosomi dai danni provocati da alcuni farmaci chemioterapici. Lo Shiitake si è dimostrato utile anche in caso di cachessia neoplastica attraverso l’inibizione della citochinina responsabile del deperimento. L’azione antitumorale del fungo è ottimale quando il sistema immunitario è pienamente funzionante con lo stato dell’asse ipofisi-surrene e del sistema nervoso autonomo efficienti. La chemioterapia e la radioterapia che hanno azione immunosoppressive, possono inibire l’efficacia benefica del fungo. Inoltre si ritiene importante l’azione di prevenzione: l’assunzione di questo fungo in modo regolare e protratta nel tempo ha dimostrato una notevole efficacia nella riduzione della formazione e dello sviluppo delle malattie degenerative più comuni come i tumori e le patologie cardiovascolari.

- L’estratto ottenuto dal micelio (Lem) si è dimostrato efficace contro l’epatite B cronica ed utile nella protezione del fegato. La somministrazione del fungo a topi di laboratorio con fegato danneggiato da sostanze chimiche ha permesso il controllo degli enzimi epatici e ha ostacolato la formazione di fibrosi. Inoltre sono stati individuati sia nel micelio che nel carpoforo composti antiossidanti come la tioprolina ed il mannitolo con effetto disattivante dei radicali responsabili nella formazione di derivati cancerogeni.

- L’eritadenina contenuta nel fungo ha un’azione ipocolesterolemizzante. L’assunzione regolare del fungo nella dieta quotidiana induce la riduzione del 20% dell’assorbimento del colesterolo e contemporaneamente l’aumento della sua frazione buona (HDL). Un altro studio su persone affette da ipercolesterolemia indica che il consumo quotidiano di 10 g di carpofori per due settimane ricuce di un terzo i livelli di colesterolo.

- Lo Shiitake con la presenza di trealosio migliora la funzionalità dell’intestino, stimolando la flora batterica e contrastando i microrganismi patogeni. Diversi composti del fungo hanno dimostrato azione antibatterica ed antimicotica. I metaboliti del micelio in coltura hanno inibito la proliferazione di Candida albicans e di diversi ceppi di batteri tra cui Streptococcus pyogenes e Staphylococcus aureus. Ha mostrato di inibire anche la crescita in vitro di Streptococcus mutans e S. sobrinus, i batteri responsabili della placca e delle carie dentari. Per la sua azione antibatterica lo Shiitake è sempre stato usato in Oriente per prevenire o contrastare le malattie da raffreddamento.

- Lo Shiitake riduce la sedimentazione nei vasi sanguigni e ne rafforza il tessuto connettivo; è perciò indicato per prevenire l’arteriosclerosi ed i conseguenti possibili danni al sistema cardiovascolare.

- Lo Shiitake, come il Cordyceps sinensis, è utile nello stimolare la libido sia nell’uomo che nella donna, fa aumentare la produzione di testosterone ed aiuta nei deficit erettivi.

 

BIBLIOGRAFIA

 

1 - Ardigò W. Micoterapia per tutti. 2015, Rotomail Italia.

2 – Bianchi I. Guarire con i funghi medicinali Proprietà terapeutiche e istruzioni per l’uso dei 12 funghi medicinali più importanti. 2015, Editoriale Programma

3 – Bianchi V. I funghi medicinali Per vivere a lungo in perfetta salute. 2009, L’Età dell’Acquario.

4 - Cazzavillan S. I funghi medicinali dalla tradizione alla scienza. 2011, Nuova Ipsa Editore.

5 - Cazzavillan S. Cordyceps sinensis Fontana di giovinezza. 2014, Nuova Ipsa Editore.

6 - Cazzavillan S. Ganoderma lucidum Reishi o Ling zhi Il fungo del cuore. 2015, Nuova Ipsa Editore.

7 - Cotter T. Organic Mushroom Farming and Mycoremediation Simple to Advanced and Experimental Techniques fo Indoor and Outdoor Cultivation. 2014, Chelsea Green Publishing.

8 - Ferri F. et al. I funghi Coltivazione e proprietà medicinali. 2007, Edagricole.

9 - Halpern G. M. I funghi che guariscono. 2013, Edizioni Il Punto d’Incontro.

10 - Kenneth J. Shiitake The Healing Mushroom. 1995, Healing Arts Press.

11 - Powell M. Medicinal Mushrooms A Clinical Guide. 2010, Mycology Press.

12 - Schulten F. D. Reishi. Il fungo dell’immortalità Un rimedio straordinario dalle miracolose proprietà terapeutiche. 2007, Edizioni Il Punto d’Incontro.

13 - Stamets P. Growing gourmet & medicinal mushrooms. 1993, Ten Speed Press.

14 - Stamets P. Chilton J.S. The mushroom cultivator A pratical guide to growing mushroom at home. 1983, Agarikon Press.

15 - Stamets P. Wu Yao C. Dusty, MycoMedicinals An informational booklet on medicinal mushrooms. 2002, MycoMedia a division of Fungi Perfecti.

Info
Print